Are you looking for the best website template for your web project? Look no further as you are already in the right place! In our website templates section you will find tons of beautiful designs - for any kind of business and of any style. You are in a unique place - join us today BIGtheme NET

Allevamento Coldicania

logo_coldicania_webNella mia città, in quel periodo, ci saranno stati quattro o cinque Dobermann per cui, con così pochi riferimenti, la mia femmina mi sembrava veramente stupenda. Di lei mi rimane un piacevole ricordo e mi ci volle del tempo per capire che tra lei e lo standard c’era di mezzo un mare profondo. Frequentando le prime esposizioni mi accorsi che molti Dobermann avevano occhi scuri e focature rosso-ruggine mentre la mia femmina, che era nera, aveva focature chiare e splendidi occhi gialli da far invidia ai gufi. La cosa non mi preoccupò assai perché era il mio cane e la amavo a prescindere, ma intanto qualcosa covava e cominciai ad interessarmi al Dobermann e a leggere tutto quello che trovavo che, allora, non era molto, praticamente un solo libro : il Fiorone. Quante foto , che bei cani e che personaggi….. Il libro fu galeotto.

Dal 1980 allevo Dobermann con l’affisso di Coldicania e da allora la scelta allevatoriale ha avuto come priorità la salute e il carattere dei soggetti utilizzati. Cucciolate solo da genitori selezionati mi permettono di potermi inserire tra i titolari di affisso riconosciuti dalla nostra associazione, di cui , da quasi quaranta anni, mi onoro di essere socio: l’A.I.A.D.

Nonostante non abbia avuto moltissime cucciolate, ho avuto grandi soddisfazioni. Non citerò i nomi di questi cani perché, anche se mi hanno dato tanto, tutti, anche i meno premiati , hanno lasciato una traccia nella mia vita.

allevamentobnMi piace pensare che sia la cinofilia ad orientare le mie scelte ( Cino- cane, filia-amore o amicizia) , infondo la differenza tra un campione e un soggetto senza titoli non dovrebbe esistere. Essere amati da un cane è già un premio prezioso, e così, nel corso di tutti questi anni, ho avuto il privilegio di allevare una razza bellissima e di conoscere tanti appassionati cinofili, alcuni più fortunati di altri ma tutti felici del loro amico .

Sembra una bella favola ed infatti non è proprio tutto così mieloso, nella realtà personalismi ed interessi riescono troppo spesso a porre il sentimento ad un livello di secondo piano.

La leggenda vuole che questo cane, invecchiando, impazzisca. Naturalmente è falsa mentre è vero che questo cane ha una straordinaria capacità d’instaurare una forte empatia con il proprietario e la famiglia di cui fa parte, per la sua elevata sensibilità è infatti facilmente inseribile in un contesto socio-familiare, molto protettivo anche nei confronti di bambini e anziani, seguirà i suoi proprietari anche in capo al mondo, gli basta averli vicini.

Assolutamente inadatto invece a rimanere a lungo isolato e solo.

Queste doti sposano facilmente l’indirizzo del cane all’addestramento: qui infatti la relazione diventa ancora più forte e sfocia in ottimi risultati!